lunedì 30 aprile 2012

Ciambelline Sidro e Cannella

Con l'arrivo di Beltane le ricette si arricchiscono di nuovi ingredienti; per festeggiare questo periodo, infatti, oltre ai classici biscotti alla lavanda (che posterò sicuramente, perchè li adoro! Ho anche rinnovato la ricetta!) ecco che sono giunti, trasportati da polline e vento, questi dolcetti sfiziosi dal sapore gentile e lievemente aromatico. Buonissimi al mattino a colazione, nonostante io preferisca gustarli verso metà pomeriggio, magari davanti a un tè verde o a un infuso profumato. Perfetti, naturalmente, con un buon bicchiere di sidro (lo stesso usato nella ricetta ;)), oppure con del succo di mela, se non bevete alcolici. Nell'elenco ingredienti, come vedrete, non ho specificato che tipo di zucchero di canna utilizzare, se grezzo o integrale; vi consiglio di provare entrambi, dato che il risultato dovrebbe essere piuttosto diverso... quello grezzo, infatti, è molto più dolce e meno aromatico, e il risultato visivo che si ottiene è quello di un biscotto chiaro e omogeneo; con lo zucchero integrale, invece, credo che verrebbero lievemente più scuri, sicuramente meno dolci, ma indubbiamente più saporiti e particolari... Insomma, provate! :D Io per ora ho ancora la scatola colma, ma appena li finirò tenterò una seconda infornata e vi saprò dire.
Altri biscotti che vorrei tanto, ma tanto, provare in questo periodo sono quelli alle rose. Una semplice frolla arricchita di freschi petali profumati. Purtroppo, i freschi petali in questione non li trovo da nessuna parte, indi per cui o mi rassegno e passo direttamente a quelli secchi (che trovo al negozio bio), o mi attrezzo e parto alla ricerca di una bella pianta di rose commestibili da piantare in giardino. Ovviamente, sono più propensa per la seconda opzione, ma ciò significherebbe dover attendere almeno l'anno a venire, e io ho il bruttissimo difetto di voler sempre provare subito le ricette che trovo :D quindi vedremo il da farsi...
Per ora vi lascio con la ricetta di oggi, augurandovi uno splendido Beltane!



Ingredienti:
300 gr di farina semintegrale (tipo 2)
70 gr di zucchero di canna
100 ml di sidro
100 ml di olio evo ligure
1 cucchiaino raso di cannella in polvere
1 pizzico di sale integrale

Mescolare per bene gli ingredienti liquidi assieme allo zucchero, al sale e alla cannella. Unite poi la farina poco alla volta, a cucchiaiate. Non temete eventuali grumi, poi si scioglieranno. Quando il tutto inizierà ad avere una consistenza malleabile, versate l'impasto sul tavolo e continuate a lavorarlo con le mani.
Prendete una pallina di impasto, grande circa quanto una noce, formate dei rotolini e date forma alla prima ciambellina. Posatela su una teglia rivestita di carta da forno e continuate così fino ad esaurire la pasta. Infornate a 180° per circa mezz'ora (o meglio, fino a quando i biscotti non avranno un colore leggermente dorato).
Conservateli in una scatola di latta e dureranno per giorni, senza perdere fragranza e friabilità.

6 assaggi:

Niviane ha detto...

Sembrano buonissimi!!! :P
Io prediligo lo zucchero di canna grezzo, che solitamente resta più scuro, ma non il Panela iperintegrale, che è buonissimo, ma non particolarmente adatto per i dolci, poichè gli conferisce un sapore particolare modificando un pò quello che dovrebbe essere il sapore originale del dolce.

Bacioni

Leanan ha detto...

Niv, stella, quanto tempo!! E' un pò che non passo da te... ehm ^^'
Guarda, per la differenza tra gli zuccheri quello che so io, e in realtà che posso vedere in base a ciò che compro di solito, è questa: lo zucchero di canna grezzo ha un colore più chiaro rispetto a quello integrale (a parte il demerara, colorato col caramello) perchè più raffinato, ovvero viene sciolto e poi ri-cristallizzato, quindi è più dolce ma senza "insaporire" i cibi; quello integrale, invece, si suddivide per tipi, cioè ci sono tipologie dal sapore più intenso (come il panela da te accennato, che a sua volta si suddivide mi pare in due o tre tipi) e altre che invece restano sì aromatiche,ma un pò più delicate (come ad esempio quello marca alce nero, che io uso senza problemi). Indubbiamente quello integrale ha una resa inferiore in quanto a dolcezza, ma è di gran lunga più sano, proprio perchè "integrale", quindi completo in tutte le sue proprietà nutrizionali. Da parte mia credo sia principalmente una questione di abitudine... all'inizio facevo fatica ad usare quello integrale, perchè abituata allo zucchero bianco (insapore e stra-dolce). Ora invece, a distanza di tempo, persino quello grezzo mi risulta troppo dolce, a volte addirittura fastidioso, sebbene non ne usi molto. Forse si tratta semplicemente di riscoprire certi sapori...
Comunque uso spesso anche il malto, come dolcificante, e mi trovo davvero bene :) anche nelle preparazioni tipo torte o biscotti.

Un bacio anche a te, per ora, passerò a trovarti il prima possibile!

Artemisia ha detto...

Davvero buonissimi, l'immagine ne rende giustizia^^

ps le rose sono tutte commestibili, basta coltivarle senza alcun tipo di prodotto chimico, ne concime ne fungicida.. se la pianterai e avrai bisogno di qualche consiglio, non esitare a chiedere^^
un abbraccio di luce
la Zia Artemisia

Il sapone di Finnicella ha detto...

mmhhh, li provo sicuramente! Io in genere uso il malto di riso al posto dello zucchero; ma se proprio devo, scelgo il demerara bio. Per le rose...oltre ai petali, qualche goccina di olio essenziale ovviamente di quelli ottimi!

Baci cara ^_^

Finnicella

LeananSidhe ha detto...

@Artemisia: uh, cara, che notizia utilissima (e confortante XD) che mi dai! Allora passerò sicuramente alla coltivazione :) che tanto avevo già in mente, ma ora ho un buon motivo in più, oltre a quello di poter ammirare la bellezza di questi splendidi fiori! Grazie di cuore!!

@Finnicella: anch'io amo utilizzare il malto, in genere quello di mais per i dolci (non so perchè ma mi sembra il più dolce. Però non ho ancora provato quello di grano) e quello d'orzo da mangiare così, magari mischiato al tahin. Il demerara, come ho accennato anche a Niviene, in realtà non è così naturale... è zucchero grezzo (cioè appunto sciolto e ri-cristallizzato) e lievemente colorato col caramello. Meglio allora un buon zucchero integrale tipo l'Alce Nero, che è saporito ma non troppo, o un Panela delicato. Decisamente più salutari :)
All'olio essenziale di rose comunque non avevo pensato, sai? Ammetto però che l'utilizzo del fiore stesso mi attira di più... è così romantico :D Comunque grazie, terrò sicuramente presente!

Un abbraccio enorme a entrambe!

Ettelen ha detto...

complimenti per lo splendido blog!
un elfico e dolcissimo saluto