giovedì 27 dicembre 2012

Zuppa di cicerchie con zucca e cous cous di farro

Anche quest'anno il Solstizio, come il Natale, è arrivato, accompagnato da una spruzzata di neve argentata che tutto ha avvolto. Per poco tempo, a parer mio, ma quel tanto che è bastato a farmi sentire ancora una volta l'atmosfera incantata di questo periodo. Confido, comunque, in un suo ritorno (anche fugace!), prima che l'aria si riscaldi e che le feste scivolino via con lo scorrere incessante del Tempo.
In compenso, in questi giorni piove spesso. Un delicato manto di acqua leggera, quasi vaporosa, giunto a sostituire quello più soffice e gelido lasciato dalla neve ormai sciolta. E' un inverno cupo e freddo, questo, ma non senza bellezza, non senza delicata poesia... le nebbie mattutine si alternano a sprazzi di luce pallida e bianca, mentre il giovane Sole fa timidamente capolino da dietro qualche nuvola, anch'esso pallido e ancora troppo fragile per poter riscaldare ciò che dall'alto osserva. Tuttavia, il suo lieve tepore è una carezza pregna di promesse di rinascita, una piccola ma costante Luce nei momenti più bui che solitamente si affrontano in questo periodo dell'anno.

La ricetta di oggi ha il colore e il tepore di questo Sole, un modo semplice ma efficace per portare un pò del suo caldo abbraccio nelle nostre case e nei nostri cuori. Niente è più confortante di un piatto fumante e prelibato, preparato con amore, quando fuori imperversa il gelo. Gustatelo davanti al camino, se potete, in compagnia come sempre delle persone più care, approfittando del Natale appena passato per raccontare ai piccini (ma anche ai grandi, che sempre piccini dovrebbero rimanere) qualche storia "da focolare", finendo la serata con un bel bicchiere di sidro o di grog bollente, sorseggiato davanti al fuoco... o comodamente spaparanzati sul divano :)

Buon appetito!



Ingredienti:
60 gr di cicerchie decorticate
40 gr di cous cous di farro
100 gr di polpa di zucca
500 ml di brodo vegetale
porro
erba cipollina essiccata
sale e pepe

Mettete a mollo le cicerchie per circa un'ora, dopo di che cuocetele nel brodo vegetale per 30 minuti. Nel frattempo pulite la zucca, tagliando la polpa a dadini non troppo grandi. Terminata la mezz'ora, aggiungetela ai legumi assieme al porro, lasciando sobbollire il tutto per altri 15 minuti. In ultimo unite il cous cous, date una mescolata veloce, spegnete il fuoco e fate riposare per 5 minuti con un coperchio.
Impiattate decorando con un filo d'olio evo, una spruzzata leggera di pepe e un pò di erba cipollina. Accompagnate, se volete, con delle fette di pane abbrustolito oppure con dei crostini fatti in casa.



Ed ecco due piccoli lavoretti da me preparati per festeggiare il Solstizio :) due splendidi schemi di The Little Stitcher, "Merry Xmas" e "Winter Solstice", che potete trovare sul suo sempre meraviglioso blog. Purtroppo, come potete notare, ho sbagliato una gambina di una delle renne di "Winter Solstice"... me ne sono accorta solo alla fine, dopo aver chiuso il cuscinetto, altrimenti avrei sicuramente tentato di rimediare... ma non importa, anche questa alla fine è tutta esperienza, e dato che sono da poco alle prese con ricami di questo tipo direi che mi posso anche perdonare :D
Detto questo, vi lascio con un saluto e con l'augurio che il nuovo Sole possa portare a tutti voi benedizioni di Luce e Armonia.


6 assaggi:

Anonimo ha detto...

Mi piace da matti questa ricetta!!! E adoro questo genere di zuppe, potrei dire che sono proprio il genere di piatti che adoro.
E che bravissima anche a ricamare!!! Complimenti cara Leanan

Ti abbraccio forte sorellina e che il nuovo Sole benedica con la sua luce anche la tua vita.

:** Niv

Melì ha detto...

Mmmmm.... Gnam gnam gnam!!!!
Devo davvero mettermi a cucinare di più, ultimamente sono davvero, come dire.... noiosa e ripetitiva!
Devo prendere più esempio da te, mia carissima e splendida elfa!
Hai proprio le mani di fata in tutto quello che fai!!!!!
Bramblerose tua XD

Earwen ha detto...

Buongiorno zuccottina!
Nevica ancora lì da te?
Qui è tutto grigio grigio ma non piove... speriamo che sabato il tempo atmosferico non ci tenga divise, anche se è giusto che la Cailleach stenda il suo mantello e che la Madre pioggia fertilizzi la Terra.
Un bacino profondo come il mare.

saporedimamma ha detto...

Le cicerchie le avevo prese un po' di tempo fa ma non sapevo come usarle...grazie a questa ricetta ci proverò!!!

Ti ho pensata per un premio spero che ti faccia piacere...

http://saporedimamma.wordpress.com/2013/02/05/liebster-award-i-blog-piu-amabili/

Ciaooo
Marta

Niviane ha detto...

Mia cara Leanan, un pensierino per te sul mio piccolo nuovo spazio blog, post dell'11/2 (lo segno perchè non so quando leggerai questo commento)

Baci :****

Silvia ha detto...

Ciao!!!Anche se non scrivi qui da un po' mi auguro che tu legga comunque questo commento perchè ti ho dedicato unpremio nel mio blog:http://ecodicasa.blogspot.it/2013/03/tempo-di-premi-e-problemi-tecnici.html
E' magico passare dal tuo post subito dopo Yule al mio in Oestara!!!
Spero tu scriva presto nel tuo splendido spazio!!!
Grazie d'esserci!!!
Serenità
Silvia